Una nuova immagine per la PA


“Non esiste colore se non lo si vede, non esiste suono se non lo si ode”

Rudolf Steiner.

E questa affermazione sembra proprio descrivere molti enti locali italiani. Secondo una ricerca condotta dall’Istituto per gli studi sulla pubblica amministrazione, il 64% degli italiani prova un sentimento di appartenenza alla propria regione, il 62% si sente vicino al proprio comune e solamente il 57% alla propria provincia. Chi ha un atteggiamento di maggior distanza nei confronti degli enti locali sono i giovani del sud dai 18 ai 29 anni. Inoltre, il 75% degli italiani considera la regione un’istituzione utile, il 72% riconosce l’utilità del comune e la cifra si abbassa al 64% per le province. Se poi si analizza in particolare il livello di conoscenza dell’ente provinciale, ben il 49% afferma di non sapere nulla o quasi nulla delle attività svolte dalla propria provincia. Insomma, in un quadro generale già di per sé abbastanza sconfortante, le province costituiscono il fanalino di coda. Vuoi perché hanno mutato le loro competenze nel corso del tempo e solamente negli ultimi decenni ne hanno acquisite di nuove e più importanti; vuoi perché fino alla riforma del 1993, che prevedeva l’elezione diretta del presidente della provincia, non si è instaurato un reale rapporto tra i cittadini e un’istituzione storicamente lontana dalla percezione comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...