Un progetto italiano dietro il museo virtuale dell’Iraq


Oggi, grazie ad un progetto italiano, è possibile ammirare il patrimonio artistico iracheno senza doversi recare a Baghdad. Il Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) ha dato vita, infatti, al museo virtuale dell’Iraq. Il museo, disponibile in tre lingue (italiano, inglese e arabo), raccoglie complessivamente 70 reperti (40 con ricostruzione 3D), 22 filmati e 18 elaborazioni grafiche di siti archeologici. Una delle opere “esposte” è il vaso rituale di Uruk che durante il saccheggio fu fatto a pezzi: nel museo virtuale esso viene ricostruito in 3D partendo proprio dai suoi frammenti.

leggi tutto>>

2 pensieri riguardo “Un progetto italiano dietro il museo virtuale dell’Iraq

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...